ENTRA NELLE REDAZIONIENTRA NELLE

REDAZIONI

Per inviare  ARTICOLI - COMUNICATI - COMMENTI - RICHIESTE : 1) Effettuare il  LOGIN  2) Dal top menu selezionare "Invia Articolo"

 Pagine visitate ad oggi: oltre 1.818.001          Articoli consultabili: oltre 19.588

   
   

"NON È CHE L'INIZIO DELLA FINE"

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

TEMPO DI RIFLETTERE,TEMPO DI REAGIRE

(www.enopress.it). Riceviamo dal web e volentieri pubblichiamo. Il voto emerso con la chiamata al referendum del dicembre scorso non è stato sufficiente, si continua a pensare al popolo, cui la costituzione che si voleva travisare ha dato tutti i poteri, come una massa inerte, pronta a digerire ogni infamia.

0.vaccino

Al contrario. E' sufficiente viaggiare sul web per percepire il livello di ascolto e di guardia con l'onda che sta montando. Riceviamo centinaia di migliaia di profughi e rifugiati e mai nessuno ha pensato di vaccinarli prima che mettano piede sul nostro territorio. E non ci si meraviglia di focolai d'infezione e del riapparire di morbi già dati per estinti. Così, invece di vaccinare chi arriva senza documenti e certificati di vaccinazione, si preferisce inasprire il regime di vaccinazione per gli italiani. Certo, in nome dell'jus soli!

Ecco appresso il testo del messaggio appena ricevuto. "Il decreto Lorenzin, una volta divenuto legge, darà ai governanti mondiali idea della reale misura di quanto possono spingersi in avanti nella soppressione dei diritti. Hanno soppresso l'articolo 18, togliendo diritti ai lavoratori, stanno ratificando il CETA togliendo capacità commerciale e diritti ai produttori ed ai consumatori, hanno innalzato oltre ogni limite immaginabile l'età pensionabile, la procura di Trani non riesce a far condannare società di rating straniere che hanno creato all'Italia un danno da 100 miliardi di euro e tutto questo lo hanno potuto fare grazie all' ignavia degli italiani, all'idea di "tanto un piatto di pasta lo metto a tavola e guardo la partita" (pane et circensis), se passa il decreto Lorenzin sapranno che potranno toccare anche l'unico tempio che dovrebbe rimanere INVIOLABOLE, il nostro corpo, PEGGIO; il corpo dei nostri figli.

"È tutto collegato in un enorme progetto a lunga programmazione, sono tutti collusi ed in affari tra loro, la politica gestisce le masse non in nome del bene comune ma per gli interessi di chi li ha a stipendio. Oggi il senato a larga maggioranza ha spedito il decreto Lorenzin alla camera dei deputati, 171 favorevoli, alcuni astenuti e qualche contrario. Se per i favorevoli vi è certezza di infamia e gli astenuti non sono da meno i contrari non pensino di essere visti come i "paladini" della giustizia, perché questo non sono; essi non sono altro che i "calmieratori" del popolo, quelli che devono far mantenere la calma alle persone con l'atteggiamento dei "ci penso io".

"Non dobbiamo cadere in questa trappola, bisogna rimanere uniti e compatti rappresentanti ognuno delle proprie istanze, non seguite nessuno, non dovete accettare di cambiare padrone, fate valere le vostre ragioni perché avete ragione! Dobbiamo invadere Roma, far sentire alla classe dirigente che il popolo non è stupido, non accetterà più di farsi intimidire, imbrigliare, schiacciare. Chiedo a tutte le associazioni, a tutti i sindacati, ad ogni centro sociale, ad ogni personaggio del mondo dello spettacolo, ad ogni cittadino di intervenire nella cosa pubblica."

   

News

VENDEMMIA 201731-07-2017
   

SPAZIO UTENTI

LA VETRINA DEI VINI DI ROMA

Via Nemorense 57/57A  Tel. 0686206616-19   e-mail

Degustazione Franciacorta -  Video

Pacco regalo "Regalo d'autore" ..leggi tutto


  

Skywine a Latina: galleria fotografica

di Davide Ghaleb

   

In questo sito possono essere usati cookie per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi.