ENTRA NELLE REDAZIONIENTRA NELLE

REDAZIONI

Per inviare  ARTICOLI - COMUNICATI - COMMENTI - RICHIESTE : 1) Effettuare il  LOGIN  2) Dal top menu selezionare "Invia Articolo"

 Pagine visitate ad oggi: oltre 1.924.341        Articoli consultabili: oltre 20.672

   
   
   

LA 'SPREMUTA DI GIORNALI' DI GIORGIO DELL'ARTI - N. 6

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

"ANTEPRIMA" - STAMATTINA Martedi 6 febbraio 2018

(www.enopress.it). Continua la rassegna quotidiana della stampa di Giorgio Dell'Arti - Enopress ne pubblica un estratto  • Oggi la rubrica Prima pagina richiede un tempo di lettura di 8 minuti • Per abbonarsi ad Anteprima bisogna andare sul sito anteprima.news e seguire le istruzioni.

0.rassegna stampa

Clamoroso
Negozi che in Italia vendono cannabis: 350. Si tratta di cannabis light, inflorescenza di canapa a basso contenuto di tetraidrocannabinolo (Thc), considerato il principale principio attivo della cannabis. Da un anno commerciare cannabis è legale, purché il principio attivo non superi lo 0,2 per cento. Il legislatore (una distrazione?) non vieta di fumarla. Dunque è partita la corsa. Dietro i negozi c’è una marea di aspiranti produttori, decisi a spartirsi un potenziale giro d’affari di 40 milioni. Esempio: EasyJoint, uno dei maggiori produttori italiani, da maggio ha venduto più di 15 tonnellate di erba legale. Nei prossimi mesi aprirà 120 punti in franchising in tutta Italia [Espresso].

Prima pagina

• Debutto del Festival di Sanremo. Si canta fino a sabato. Baglioni, «dittatore artistico» (definizione sua), dovrebbe intonare ogni sera una sua canzone duettando con qualcuno dei big. Sigla del tutto nuova, scritta dal medesimo dittatore: «un popòpopoppoppò che prende spunto da un’idea dell’americano Tonight Show con Jimmy Fallon. Lo schermo si dividerà in venti quadrati con le facce dei cantanti in gara. Ogni cantante poi interpreterà una parte del testo e il ritornello sarà proprio quel popòpopoppoppò destinato a fare da tormentone. Pare che molti cantanti abbiano storto il naso, anche per un problema di tempistica» [Dondoni, Sta].

• Dopo il calo di giovedì e il tonfo di venerdì, le borse sono andate giù anche ieri. Wall Street, a meno 4,6, dopo aver toccato anche i meno 6.ì, non perdeva più dell'1% da 112 sedute. Giù anche l'Europa, con Milano a -1,64. Si temono - dicono quelli che se ne intendono - l'aumento dei tassi americani e una ripresa dell'inflazione. Giù anche il petrolio: a 67,28 dollari al barile ha quasi azzerato i rialzi del 2018.
«Vedere giovedì e venerdì i mercati terrorizzati per l’aumento delle retribuzioni negli Stati Uniti e per le rivendicazioni salariali in Germania, fa comprendere ancora una volta quanto le Borse siano distanti dall’economia reale. La crescita dei salari (dunque dei redditi, dei consumi e in ultima analisi dei ricavi aziendali) è il grande anello mancante di questa ripresa economica globale che per ora ha prodotto più diseguaglianze che benessere. Se le retribuzioni aumentassero, come iniziano a fare in Usa e Germania, dovrebbe dunque essere una buona notizia per tutti. Anche per la finanza. Ma i mercati, ormai assuefatti dalle flebo con cui le banche centrali hanno iniettato oltre 15mila miliardi di dollari di liquidità dal 2008, vedono solo il lato oscuro della ripresa dei salari: cioè il rischio che aumenti l’inflazione e che le banche centrali ritirino la flebo prima del previsto»[Longo, Sole].

• Secondo gli analisti, le misure adottate da Trump provocheranno un flusso di capitali verso gli Stati Uniti pari a duemila miliardi di dollari [Di Donfrancesco, Sole].

• «L’assemblea di Serie A ha assegnato all’intermediario indipendente Mediapro, con sede a Barcellona, i diritti tv della Serie A per il triennio 2018-21 a 1.050.001.000 euro, superando di mille euro la base d’asta. Una cifra che potrà toccare il miliardo e 400 milioni con Coppa Italia e Supercoppa, non inserite nel pacchetto finito all’azienda catalana, e per le quali a breve sarà fatto un bando a parte. È una scelta rivoluzionaria, quella dei 20 club di A: per la prima volta dal 1993 (prime gare su Telepiù) hanno dato il campionato ad un’azienda straniera, che non opera in Italia. Gli utenti avranno la possibilità di vedere le partite ovunque. L’obiettivo di Mediapro è infatti produrre le partite e rivenderle agli operatori del digitale, del satellitare e telefonici. I colloqui con i broadcaster inizieranno nei prossimi giorni» [Cairati, Sta].

• Troppi italiani, perlomeno a Macerata, solidarizzano con Traini, il ventottenne che sabato s'è messo a sparare in mezzo alla strada ferendo sei neri. Lo dice l'avvocato del pistolero, Giancarlo Giulianelli. «La gente mi ferma per strada...». Preoccupa la fiaccolata organizzata da Forza Nuova per giovedì. Sabato sfilerà l'Anpi (partigiani). L’avvocato Margherita Matrella, da Foggia, candidata alla camera da una lista di estrema destra, si è detta disponibile a patrocinare gratuitamente lo sparatore di Tolentino.
«Poi nessuno è andato a trovare i feriti, né da destra né da sinistra, a dimostrazione che dei feriti non gli importa nulla, importa di raccattare il raccattabile a un mese dalle elezioni» [Mattia Feltri, Sta].

• Patrizia Cocco, nuorese, 49 anni, da sei anni affetta da sla, benché totalmente immobilizzata dalla malattia (che lascia però lucido il cervello), è riuscita tramite un sintetizzatore vocale a far sapere che le cure andavano sospese, e che la si lasciasse morire. Se n'è andata sabato. La notizia s'è saputa ieri. È il primo caso dopo l'approvazione della legge cosiddetta sul biotestamento. Unica preoccupazione: il fratello Pasquale, che le è stato vicino fino all'ultimo. «So che per te sarà una grande sofferenza ma sappi che sono serena. È il mio desiderio, non posso più sopportare questa sofferenza».

• Veronica Lario cerca di non restituire 45 milioni a Berlusconi e di riavere l'assegno da 1,4 milioni al mese negatole dalla corte d'appello, con l'argomento «che ha rinunciato in giovane età alla sua carriera di attrice per dedicarsi interamente alla casa, alla famiglia, e soprattutto all’allevamento e all’educazione dei tre figli, Barbara, Eleonora e Luigi». Non va trascurato, aggiunge nel suo ricorso in Cassazione l'avvocato Maria Cristina Morelli, «che la signora Bartolini ha contribuito personalmente alla conduzione familiare esercitando il ruolo di madre».

• Il presidente turco Erdogan ha incontrato il Papa, Mattarella, Gentiloni e, a sera, in un salone dell'hotel Excelsior in via Veneto, un gruppo di imprenditori tra cui l’ad di Fincantieri (Bono), i vertici di Eni e Leonardo (De Scalzi e De Gennaro), Caltagirone, Pirelli (Tronchetti Provera), il presidente di Confindustria, Saccomanni, presidente di Unicredit, Salvini, Astaldi. Cena a base di «tortelli di patate e pecorino, rombo in crosta di gamberoni e semifreddo di marroni. Alla fine Erdogan ha regalato ai presenti una cravatta turca e alle signore un foulard» [Schianchi, Sta]. «Erdogan non ha nessun appoggio sulla deriva autoritaria del suo Paese, sull’adesione alla Ue, sulla crisi siriana, ma resta un player fondamentale dell’Italia a livello strategico, geopolitico, commerciale e ora anche sulla Libia». Unico punto d'accordo: portare in pochi anni gli scambi commerciali tra Italia e Turchia da 20 a 30 miliardi [Galluzzo, CdS].
«Il via-vai tra i due paesi di meccanica di precisione, armi, componentistica auto e delle preziose nocciole per la Nutella (la Turchia è il maggior fornitore di Ferrero) fanno del Belpaese il terzo partner commerciale della nazione islamica con scambi saliti del 2% nei primi 11 mesi del 2017 a 17,9 miliardi e un surplus per il bilancio italiano di 2,4 miliardi» [Livini, Rep].

• Il fondo americano Global Infrastructure Partners (Gip) ha offerto 1,9 miliardi per il cento per cento di Italo, incluso il debito da 500 milioni. Italo stava per collocare il 40% del capitale in borsa. Il cda si riunisce oggi per una prima valutazione.

• Tra gli autori della rapina di mercoledì scorso al supermercato Conad di Zogno, in val Brembana, c'è anche il figlio del procuratore di Brescia, Tommaso Buonanno, inquadrato dalle telecamere col revolver in pugno. Si chiama Gianmarco, ha 32 anni, vive a Bergamo. È in carcere da sabato.
«Tommaso Buonanno era capo della procura di Lecco quando il figlio Gianmarco, sempre lui, lo denunciò per maltrattamenti e sequestro di persona nel 2012 all’interno della comunità di recupero Shalom, a Palazzolo sull’Oglio, ai danni suoi e di altre 34 persone. Buonanno padre era nel comitato etico della struttura, venne indagato e archiviato in un mese nella primavera del 2013, l’8 ottobre successivo venne trasferito e divenne capo di quei pm che avevano aperto il fascicolo, proprio a Brescia. Non senza malumori, taciti ed espliciti». Anche l'altro figlio di Buonanno, Francesco, sembrerebbe un poco di buono. «Indagato dalla Mobile di Bergamo e dal Servizio Centrale Operativo nell’operazione “Mai una gioia” su un giro di spaccio di cocaina tra gli ultras dell’Atalanta» [Pisa, Rep].

• La Nazionale di calcio, per ora, è stata affidata a Gigi Di Biagio, che potrebbe richiamare Balotelli. A maggio dovrebbe subentrare Mancini (vive a Roma e frequenta il circolo Aniene, lo stesso di Malagò), o forse sarà la volta di Conte.

• La Lazio nel posticipo ha perso 2 a 1 in casa col Genoa.

• Bruno Peres, terzino della Roma, 27 anni, per correre troppo è andato a sbattere con la Lamborghini contro un pino delle Terme di Caracalla. Erano le cinque e mezza di ieri mattina, sul sedile del passeggero era seduta una ragazza. Non si sono fatti niente. La macchina invece è distrutta. Peres aveva bevuto troppo: tasso alcolico di quasi 2, contro un livello tollerato fino a 0,5. Nel novembre 2016 il calciatore aveva distrutto una Porsche a piazza Cavour, sempre a Roma. La società lo ha punito intimandogli di allenarsi da solo.
«Io fumavo. Al Bologna Carletto Mazzone ci diceva: “Fate come vi pare, basta che non vi veda”. Subito dopo la partita ci chiudevamo in bagno con Signori a fumare, poi uscivamo e parlavamo con Mazzone della gara» (Gianluca Pagliuca) [Nadotti, Rep].

   

News

   

SPAZIO UTENTI

LA VETRINA DEI VINI DI ROMA

Via Nemorense 57/57A  Tel. 0686206616-19   e-mail

Degustazione Franciacorta -  Video

Pacco regalo "Regalo d'autore" ..leggi tutto


  

Skywine a Latina: galleria fotografica

di Davide Ghaleb

   

In questo sito possono essere usati cookie per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi.