ENTRA NELLE REDAZIONIENTRA NELLE

REDAZIONI

Per inviare  ARTICOLI - COMUNICATI - COMMENTI - RICHIESTE : 1) Effettuare il  LOGIN  2) Dal top menu selezionare "Invia Articolo"

 Pagine visitate ad oggi: oltre 1.959.812        Articoli consultabili: oltre 20.830

   
   
   

ATTUALITA’ DAI GIORNALI E DALLE RIVISTE N. 88

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

VALORI DA COLTIVARE, MA DOBBIAMO APRIRCI – Albiera Antinori è la prima donna a guidare il gruppo del vino dopo 25 generazioni a conduzione maschile. L’importanza di poter trasmettere il cognome paterno. Apertura a possibili acquisizioni (all’estero). Le radici del business Antinori risalgono al 1385. Oggi il gruppo ha sedici tenute e 450 dipendenti. Senza passione, senza ‘sentire’ l’azienda,  è difficile – racconta Albiera Antinori a M.s.s. su L’Economia de Il Corriere della Sera, Maggio 14, 2018 – che i valori riescano ad essere fatti propri da chi raccoglie il testimone. Anche perché nell’industria del vino “i tempi sono lunghi, gli investimenti rilevanti e la responsabilità legata alla terra si svuota se non c’è una generazione successiva preparata. Anche se implicita, direi che per noi è la priorità numero uno”. Nel 2012 Antinori ha costruito la nuova cantina dove ha trasferito tutti i suoi uffici (Il video 'Tuscan Wine Story dedicato alla Nuova Cantina apparso su Enopress nel 2014 ha registrato 47856 visualizzazioni); una costruzione molto contemporanea e la prima aperta al pubblico. Sempre di più le persone vengono a vedere dove si fa; vogliono immergersi in un’esperienza vera...Per noi è stato un passo nel futuro e un investimento rilevante, ma ci sta dando soddisfazioni anche nel comunicare direttamente con il consumatore finale”.

0.rassegna stampa

TASCA D’ALMERITA, LA SICILIA SIAMO NOI – L’avventura nell’enologia iniziò nel 1830, al tempo dei Borboni. E da allora tutti gli investimenti sono stati fatti esclusivamente nell’isola. Fino al più recente, Capofaro, dove il resort si tuffa nel Tirreno. Una crescita continua raccontata nell’ampio servizio di Isidoro Trovato, L’Economia, Maggio 14, 2018 che registra passi di crescita oltre il 3% e un fatturato che sfiora i 19 milioni di euro.  Con una notazione: Il territorio ha le carte in regola per essere al livello delle regioni di Champagne e Bordeauz, ma con più varietà , come ama sottolineare il giovane Ceo dell’azienda, Alberto Tasca.

VIA DELLA SETA, LA NUOVA SINDROME CINESE – Ora l’Asia teme la dipendenza da Pechino. India, Pakistan, Shrilanka, Indonesia: si costruiscono porti, depositi, svincoli, il 90% affidato a imprese del Dragone. Ma per le opere accessorie il governo di Xi Jinping elargisce cospicui prestiti a tassi però insostenibili. E il FMI fa scattare l’allarme. Nel servizio di Filippo Santelli, Affari & Finanza, Maggio 14, 2018.

COOP ALLEANZA 3.0: “Basta perdite è il momento di fare efficienza” – Dopo l’annuncio choc del rosso in bilancio, parla Paolo Cattabiani, uno dei ‘tread’ del  gigante cooperativo. Dice che il gruppo non puo’ piu’ permettersi di coprire le perdite operative grazie ai proventi del prestito soci: “Pareggio in trfe anni”. Così Luca Piana, Affari & Finnnza, Maggio 14 2018.

IL SIGNORE DELLE BIRRE VUOLE LA BORSA – Teo Musso con la sua Baladin artigianale (e il socio Farinetti di Eataly) è fra i pochi produttori rimasti. Intende raddoppiare export e volumi. E aprire la catena di ristoranti “Pop & Toast”. Pensando a Piazza Affari.  In un servizio si cinque colonne di Alessandra Puato, L’Economia, 14 Maggio, 2018.

   

News

"GIALLE & CO"03-08-2018
"SOGNI ESTIVI"28-07-2018
   

SPAZIO UTENTI

LA VETRINA DEI VINI DI ROMA

Via Nemorense 57/57A  Tel. 0686206616-19   e-mail

Degustazione Franciacorta -  Video

Pacco regalo "Regalo d'autore" ..leggi tutto


  

Skywine a Latina: galleria fotografica

di Davide Ghaleb

   

In questo sito possono essere usati cookie per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi.