ENTRA NELLE REDAZIONIENTRA NELLE

REDAZIONI

Per inviare  ARTICOLI - COMUNICATI - COMMENTI - RICHIESTE : 1) Effettuare il  LOGIN  2) Dal top menu selezionare "Invia Articolo"

 Pagine visitate ad oggi: oltre 1.959.812        Articoli consultabili: oltre 20.830

   
   

L'ITALIA DEI SAPORI ALLA CAMPIONARIA DI PADOVA

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

Undici regioni da gustare, fino al 20 maggio in Fiera

(www.enopress.it). Undici regioni rappresentano fino a domenica 20 maggio a Padova il meglio della tipicità dell’enogastronomia italiana nel Salone dei sapori e del turismo enogastronomico che al padiglione 7 della Fiera Campionaria offre ai visitatori degustazioni e possibilità di acquisto (ingresso gratuito agli 11 padiglioni dalle ore 16,30 alle 24 nei feriali e dalle 10 alle 24 nel week-end).

0.birra veneta

Padova - Oltre alle proposte per la casa, per i bambini (oggi lunedì dalle 16,30 alle 17,30 gratis tutte le 20 attrazioni del luna park), per la cura della persona, oltre al Salone dell’auto e all’Electric Mobility Show, al Pala EasyCoop con musica e balli, all’Inventor Show e alla mostra sulla Grande Guerra, questa Campionaria offre tutti i giorni una panoramica su cibi e vini provenienti da Sicilia, Puglia, Calabria, Basilicata, Campania, Lazio, Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Liguria, Veneto.

La Puglia, regione dell’anno in Campionaria 2018 e presente grazie all’Associazione Pugliesi di Padova, con musica e danze, corsi per imparare la Pizzica e la preparazione di orecchiette e tamburelli, porta il pane, ma soprattutto i taralli, l’olio, creme e marmellate di cipolla e fior di mandorla, i formaggi, i salumi e l’immancabile vino tra cui il Primitivo di cui la Casa Bianca a dicembre ha fatto buona scorta.

Dalla Sicilia provengono altre specialità: arancini e cannoli, dolcetti di marzapane, vini, olive, pistacchi di Bronte, mandorle di Avola; la Calabria si affida molto al piccante: ‘nduja (tipico salume morbido e piccante), peperoncini di Soverato (in Calabria li portarono nel ‘500 gli spagnoli dopo i primi viaggi nelle Americhe), conserve, sottolii, creme di olive, cipolle di Tropea, carciofi, olive e soppressata; la Basilicata viene rappresentata da olio, formaggi e salumi; dalla Campania arrivano il caffè napoletano (offerto con il cucchiaino di cioccolato), le mozzarelle di bufala, la pastiera napoletana, Limoncello e liquori alla liquerizia.

E ancora: il Lazio con la porchetta di Ariccia, pizza e mortazza (pizza romana bianca riempita di mortadella), birra cedrata; l’Umbria con i tartufi, la crema e gli olii a base di tartufi e poi la porchetta (Norcia in provincia di Perugia, ha dato i natali alla norcineria, arte della lavorazione del maiale e i suoi norcini già nell’antica Roma erano considerati i migliori esperti di maiali); dalla Toscana arrivano vini, formaggi, salumi, pane e il Lampredotto - piatto povero fiorentino fatto di stomaco di bovino, che al ristorante viene presentato bollito e per strada come ripieno del panino toscano; per degustazioni estemporanee l’Emilia Romagna propone piadine, spianate, Parmigiano Reggiano, salumi e aceto balsamico di Modena e la Liguria presenta salumi di cinghiale e sottolii. Il Veneto è rappresentato dal Consorzio Panificatori Padovani che realizza davanti al pubblico Il Pane d’Italia; ci saranno poi la Pastasuta fatta al momento con i sughi scelti dai visitatori, cioccolateria e birre artigianali.

... Ma non solo

Cibi sani e anche pensati per gli intolleranti. In proposito i supermercati Alì propongono nel padiglione 7 la loro sezione di prodotti specifici, mentre Easy Coop (sponsor degli eventi musicali del padiglione 14) interviene con i suoi generi alimentari online.

Inoltre sono presenti i dolci della pasticceria araba secca, tè e caffè turco, erboristeria, bacche di Goji e derivati e le proposte naturali di fattorie dislocate sui Monti Alburni, in Maremma, Saccisica, Padova Nord Ovest e in Slovacchia aderenti all’associazione di tutela ambientale e culturale Clubs Wigwam (sorta a Piove di Sacco nel 1976).

Il cibo non è tutto, ci vuole anche il turismo

In Campionaria è solo possibile saggiare qualche campione della ricchissima proposta enogastronomica nazionale. Per gustare appieno l’Italia è indispensabile spostarsi di regione in regione per viverla da vicino. Ecco quindi alcune proposte turistiche presenti nel padiglione 7. Per la Provincia autonoma di Trento i suggerimenti riguardano l’area montana di Lavarone; il Veneto propone il turismo sul litorale veneziano da Jesolo a Cavallino; la Toscana le offerte delle città d’arte, la costa e le isole; le Marche offrono suggestioni turistiche del litorale adriatico e delle città d’arte del Montefeltro; la Sardegna è presente con le sue idee per un turismo di mare ed entroterra, mentre dalla Sicilia arrivano le offerte di soggiorni sul lembo estremo d’Europa, l’isola di Lampedusa.

Ristoranti argentino, romagnolo, tirolese, emiliano - Il cibo alla Fiera Campionaria 2018 non si esaurisce nel padiglione 7, ma lo si trova anche all’esterno nei quattro ristoranti attrezzati sparsi nei viali del quartiere fieristico, per rispondere alle diverse esigenze del gusto dei visitatori.

Per chi si tratterrà in Fiera più ore, sarà quindi possibile mangiare tra le altre cose, paella al Ristorante Argentino, strudel e yogurt al Ristorante Tirolese, tortellini preparati sul posto al Ristorante Romagnolo e spianata gigante al Ristorante Emiliano. Ad essi si unisce ITALA, caffè, cucina, incontri, specializzato in colazioni, pranzi e aperitivi.

- Press: Press Padovafiere, Roberto Brumat, GEO SPA - via N. Tommaseo 59 - 35131 PADOVA IT Phone: +39 049 840 556  

   

News

"GIALLE & CO"03-08-2018
"SOGNI ESTIVI"28-07-2018
   

SPAZIO UTENTI

LA VETRINA DEI VINI DI ROMA

Via Nemorense 57/57A  Tel. 0686206616-19   e-mail

Degustazione Franciacorta -  Video

Pacco regalo "Regalo d'autore" ..leggi tutto


  

Skywine a Latina: galleria fotografica

di Davide Ghaleb

   

In questo sito possono essere usati cookie per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi.