ENTRA NELLE REDAZIONIENTRA NELLE

REDAZIONI

Per inviare  ARTICOLI - COMUNICATI - COMMENTI - RICHIESTE : 1) Effettuare il  LOGIN  2) Dal top menu selezionare "Invia Articolo"

 Pagine visitate ad oggi: oltre 1.929.354        Articoli consultabili: oltre 20.807

   
   

IL RAPPORTO 'VINO' DI AFFARI&FINANZA

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

(www.enopress.it). Quattro intere pagine che il settimanale finanziario odierno di Repubblica ha dedicato al vino italiano, al suo andamento sui mecati ed agli interventi più inportanti, non solo quello promozionale pubblico, ma anche gli adattamenti colturali in funzione dei cambiamenti climatici.

Quattro riquadri in apertuta fanno il punto su: importa<zioni Usa, il boom dei frizzanti (240%), import della Cina e import totale di vini dall'Italia. Segue lo speciale di Paola Jadeluca con "Vini italiani a tutto export e anche le quotazioni sono da record". Ben quattro colonne a tutta pagina narra dell' 'Italia in bottiglia'. Il quadro è positivo, ma c'è un sottinteso che preoccupa, quello della guerra doganale lanciata da Trump e i cui riflessi sono amplificati da atteggiamenti e contromisure cinesi. Segue 'Le donne in vigna' che racconta dello speciale di Repubblica. Altro articolo firmato (p.jad) presenta la coraggiosa sperimentazione nel Collio di Josko Gravner dal titolpo "La ricerca nella natura premia l' 'orange wine' della famiglia Gravner".

0.affari e finanza

Anche la Gdo incontra la sua analisi in una nota che già nel titolo chiarisce il trend del settore: "Gdo, nelle vendite si fa largo la qualità". Una conferma viene da una delle grandi associazioni dei produttori con l'intervento di Sandro Boscaini, presidente di Federvini che fa il punto sull'attuale andamento, una combinazione insolita che vede in   salita estero e business interno. Di qui la sua ricetta "La missione è migliorare l'offerta per crescere in valore". Ed al sianco di questa nota ecco mergere il problema più serio che minaccia la marcia del nostro vino: "Il primato negli Usa è in bilico serve una strategia pubblica". Così titola la ricetta da New York di Lucio Caputo, presidente dell' International Wine & Food Institute, che ricorda la lunga 'love story', quella che unisce i consumatori americani ai vini italiani e che è anche la sua storia personale. Caputo, prima storico trade commissioner Ice e, poi uscitone, fondatore della sua società con sede al Trade Center e miracolosamente salvatosi quel 1/11, narra dei primi grandi successi e poi dell'affermazione del vino italiano di cui è stato testimone per oltre 40 anni. Recentemente è cresciuta la concorrenza, sia dai paesi emergenti che dalla Francia e da pate dei più importanti produttori, mentre cala il prestigio italico. Da oltre un anno Ice Agenzia ha avuto un notevole stanziamento di 24  milioni di dollari per condurre una nuova campagna promozionale sul mercato Usa...ma... Nonostante i numerosi incontri e riunioni ancora nulla è stato avviato. Gravano sull'iniziativa le misure burocratice degli States e, in particolare, anche l'attuale guerra tariffaria che mette il Made in Italy alla prova dei dazi. Per il top dell'export, tra Usa e Cina 50 miliardi sarebbero a rischio.

Nel racconto dello speciale di Affari&Finanza non tutto è solo marketing e commercio, infatti in questi ultimi anni un'emergenza si è fatta spazio nel mix di mercato: "Emergenza clima vignmeti a rischio trasloco verso quote alpine".  Affronta diffusamente questo allarme l'approfondito articolo di Stefania Aol sulle misure per fronteggiare il surriscaldamento della terra, tale che fa emergere la necessità di elevare l'altitudine delle culture 'a quota alpina' per incontrare temperature più miti.

Interessanti servizi che già si scontrano con minacciose avvisaglia . Lo scorso 8 aprile Enopress ha rilanciato nella sezione in lingua inglese un ampio articolo di Usa Today che racconta della prima disavvenura di un vino californiano in Cina, il cui export in crescita a 2 cifre è fermato dalle contromisure di Pechino in ritorsione alla guerra commerciale di Trump: Dice il titolo: la guerra delle tariffe potrà minare l'export vinicolo americano, ovvero CHINA-U.S. TARIFF BATTLE COULD UNDERMINE U.S. WINE INDUSTRY   http://www.enopress.it/en/home-uk/113-italian-wine-buyers-guide-uk/news-for-the-trade-uk/30396-china-u-s-tariff-battle-could-undermine-u-s-wine-industry.html 

   

News

#USALAZUCCHERIERA13-07-2018
VINI PER L'ESTATE09-07-2018
   

SPAZIO UTENTI

LA VETRINA DEI VINI DI ROMA

Via Nemorense 57/57A  Tel. 0686206616-19   e-mail

Degustazione Franciacorta -  Video

Pacco regalo "Regalo d'autore" ..leggi tutto


  

Skywine a Latina: galleria fotografica

di Davide Ghaleb

   

In questo sito possono essere usati cookie per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi.